Gli Arturiani – affrontate con fiducia le prove di questi tempi

“Benvenuti amici, siamo gli Arturiani. Questo è un tempo in cui grandi energie si muovono verso l’alto dalle profondità della vostra coscienza collettiva. La necessità che tali energie divengano manifeste è un imprescindibile passo verso la libertà, verso il raggiungimento di quello stadio illuminato a cui siete destinati quali esseri divini. Molto è stato fatto e molto ancora è da fare. Il passaggio ad un nuovo sistema di energie richiede che le vecchie energie, basate su modelli non più in linea con il nuovo paradigma, siano interiorizzate ed integrate.

Ciò che oggi vi trovate davanti è la vastità del vostro corpo emozionale, energie finora inespresse che cercano di essere integrate manifestandosi a livello consapevole. Non lasciatevi scoraggiare dalla quantità di disarmonia che vedete nella vostra vita ed intorno a voi, ciò non rappresenta una retrocessione rispetto alla pace che ritenevate d’aver conquistato, al contrario è indice che siete maturi per affrontare il nodulo di pensieri, emozioni e condensazioni energetiche accumulate in voi di esistenza in esistenza. Oggi potrà sembrarvi che il terreno stia franando sotto i vostri piedi, potrà apparirvi che nulla è più certo e che ciò in cui credevate necessita di una profonda rivalutazione. Una rivalutazione è necessaria in qualuque momento. Quali esseri in ascesa verso alte dimensioni della coscienza, non abituatevi a rimanere in uno stato troppo a lungo. Oggi siete chiamati ad occuparvi di voi stessi ad un livello molto più profondo di ieri. La pace conquistata dev’essere testata sul banco di prova. Soltanto sul banco di prova delle squassanti maree emozionali, le vostre conquiste interiori potranno essere verificate, o al contrario potranno emergere particolari di voi di cui ancora non eravate consapevoli.

Tutti gli abitanti della Terra ed in particolare chi persegue un cammino spirituale consapevole, sono sottoposti a questa prova. Le prove che verranno potranno sembrarvi tali da far tremare le vostre certezze, ma desideriamo sappiate che in tutto questo non c’è nulla di negativo. Al contrario, dovete imparare a vedere questi eventi come il premio dei vostri risultati, poiché ad ogni gradino della scala che vi porta alla luce che siete, corrispondono altrettante prove, e ad ogni avanzamento nuove parti di voi emergeranno richiedendo la vostra attenzione ed il vostro amore. Siete esseri infiniti e perfetti e al contempo è così vasta la vostra storia nell’esistenza che avete acquisito una quantità di scorie energetiche che oggi devono essere trasformate.

Riconoscete questa semplice verità e predisponetevi in uno stato di calma interiore. Da questa profonda quiete potete affrontare qualsiasi situazione con rinnovata energia. I tempi che verranno saranno impegnativi ma entusiasmanti. Se accetterete la sfida di guardarvi attraverso una lente d’ingrandimento, con occhio amorevole ma pur sempre obiettivo, saprete riconoscere in voi ciò che funziona e ciò che non funziona più, ciò che è acquisito e ciò che è ancora da acquisire, ciò che dovete portare con voi e ciò che avete trattenuto troppo a lungo.

Desideriamo sappiate che il nostro amore vi sostiene, siete esseri pieni di risorse e benedetti per la grande opera che state compiendo. Ognuno di voi, come amiamo spesso dire attraverso il nostro canale, è un grande guaritore al servizio del risveglio, e in veste di grandi guaritori avete in voi la forza di trasformare la disarmonia in armonia, e di riportare le due facce della medaglia, luce e ombra in voi stessi, in un perfetto e assoluto UNO.

Con amore ed infinite benedizioni

Gli Arturiani del settimo raggio”

Gli Arturiani – un dono prezioso

“Siete un dono prezioso per l’evoluzione dell’umanità. Siete un gruppo di esseri che coraggiosamente si sono offerti di partecipare ad una missione importante: realizzare il piano divino per la Terra.

Quando vi è stato chiesto se volevate venire e prendere forma umana, per aiutare il popolo della Terra avete risposto SI senza indugi. Il vostro amore ed il vostro coraggio sono tali da aver desiderato di abbracciare la Terra ed i suoi abitanti. Così siete andati.

Il vostro bagaglio consisteva soltanto di un piccolo frammento della vostra coscienza originaria, un frammento che si sarebbe attivato al momento opportuno. Ciò che voi chiamate risveglio è semplicemente il battito di quel frammento che vi ricorda la vostra grande promessa. Ora, fratelli e sorelle stellari siete pronti a prendere tra le vostre mani quel frammento e farlo diventare grande, ricordando poco a poco la vostra vera natura.

Il vostro compito non è quello di diventare Dei o super eroi, non vi è chiesto di assumervi il ruolo di salvatori dell’umanità, ma semplicemente vivere le vostre vite fino alla fine, consapevolmente e con l’intento semplice di migliorarvi passo dopo passo, mantenendo così quella promessa: riattivare all’interno dell’esperienza che chiamate Vita il potenziale della vostra natura spirituale.

Il vostro compito è sempre stato questo: vivere nella coscienza che risvegliandovi, illuminandovi, ricordandovi chi siete, anche il mondo insieme a voi, un passo alla volta farà altrettanto. Il vostro impegno è la chiave per la manifestazione di un mondo illuminato.

Abbiate fiducia in questo, e nei momenti di sconforto ricordatevi della vostra grandezza. Perché i grandi che possono guarire la Terra, i grandi che hanno scelto di discendere per fare la differenza siete proprio voi, e noi, con amore e gratitudine vi diciamo: si! potete farcela!”

Gli Arturiani – l’alleanza di luce

“Il nostro nome è Alleanza. Siamo un gruppo di civiltà coscienti il cui intento è promuovere l’armonia e lo sviluppo delle popolazioni che abitano i Pianeti ed i Soli all’interno dei molti sistemi stellari in ogni parte della galassia.

Siamo guardiani della pace, abbiamo l’obiettivo di favorire la comune direzione di tutte le razze che hanno raggiunto la comprensione delle leggi armoniche basilari dell’universo. In questo momento sono moltissime le popolazioni che stanno raggiungendo questo obiettivo e che si approssimano ad entrare a pieno titolo all’interno della nostra alleanza.

L’alleanza non è un ente equiparabile a quelli che conoscete sulla Terra, non esistono documenti o tesserini che ne attestino l’appartenenza. Ciò che ci accomuna è l’intento di servire l’evoluzione universale, fluire armonicamente con le leggi divine e manifestare la grazia realizzando il grande disegno cosmico. Tra di noi non esiste competizione. Non abbiamo gerarchie a nessun livello. Ognuno è in grado di fornire ciò che individualmente ha conseguito in base al suo unico ed individuale percorso nella coscienza. Siamo pienamente consapevoli di essere raggi dell’unica realtà, ed onoriamo la nostra “diversità nell’unità” come fonte di ricchezza per tutti. Sappiamo che ogni essere possiede un tassello unico del grande mosaico cosmico.

Anche voi, umani dell’antica Terra, possedete un tassello unico ma pur sempre indivisibile da tutti gli altri. Per questo desideriamo unirci a voi, per conseguire quella realizzazione possibile soltanto quando tutti gli strumenti di una grande orchestra suonano insieme in modo armonico.

Nel momento che chiamiamo ADESSO, ci impegniamo al servizio non interferente delle popolazioni che sentono la chiamata a dischiudere la porta che riconduce a casa. Vi offriamo è la nostra esperienza, ed il nostro messaggio è AMORE, un messaggio che ognuno di voi può fare proprio se lo desidera, un messaggio che vi richiama a casa.

Nutriamo autentico rispetto per la vita, ed è per questo che permettiamo ad ognuno di seguire il suo naturale percorso di crescita, senza ingerenza. Riteniamo infatti che la libertà di scelta sia il più grande dono che l’UNO ha offerto a sé nelle sue varie espressioni individualizzate. La libertà offre ad ognuno la possibilità di portare qualcosa di unico all’interno dell’esperienza cosmica.

Amiamo servire “gli altri” perché questo ci ricorda la nostra intima connessione, lo scopo del nostro comune viaggio verso casa. Nulla è realmente separato. In questo momento che chiamiamo ADESSO desideriamo semplicemente ricordare questa grande verità insieme a Voi.

La nostra è l’alleanza del cuore, dove siamo UNO, uno spazio vicino eppure lontano se decidete di ignorarlo. Cuore a cuore, l’alleanza di luce ci connette tutti, come una grande famiglia di anime volenterose al servizio del grande disegno.

Siamo l’alleanza, siamo i vostri compagni di viaggio.”

Gli Arturiani – aprirsi al cambiamento

Premessa: questo messaggio l’ho inizialmente pubblicato su facebook, quando mi è arrivato stamattina. Il nostro universo contiene all’incirca cento miliardi di galassie, ognuna delle quali raggruppa altrettanti miliardi di stelle e sistemi planetari. Viviamo in un’universo brulicante di vita cosciente. Molte di queste razze coscienti sono altamente progredite a livello spirituale, e sono ad uno stadio si sviluppo tale che si stanno offrendo generosamente per aiutare gli altri a raggiungere gli stessi obiettivi. Tra queste ci sono gli Arturiani, che si occupano molto dell’aspetto legato alla realizzazione divina degli esseri coscienti. Queste popolazioni pensano a noi umani terrestri come una razza con enormi potenzialità, arrivata ormai ad un punto decisivo: sbocciare o incamminarsi verso una nuova caduta, come già successo nelle ere passate.


“Sta ad ognuno di voi aprirvi a questo cambiamento. Ognuno di voi possiede in sé le risorse necessarie per evolvere verso quello stadio potenziale intravisto da molti di noi per la vostra specie. Siete altamente senzienti e predisposti sia biologicamente che energeticamente per la massima realizzazione spirituale.

Tutto ciò che esiste, ancor prima di manifestarsi, esiste come potenzialità fluttuante nell’eterno oceano della coscienza. Ogni possibilità è reale quanto tutte le altre. La possibilità di una nuova razza umana terrestre altamente illuminata vi chiama oggi a risvegliarvi e ad abbracciarla.

Vi spetta il diritto di scegliere se accogliere questa possibilità assumendovi la vostra parte di responsabilità nella gestione di un universo che più di ogni altra cosa tende verso l’armonia, oppure scegliere di declinare il richiamo della grazia divina a innalzarvi verso l’alto, decidendo di attraversare nuovamente una caduta della coscienza come già avvenuto nel vostro passato terrestre.

Se avrete il coraggio di scegliere la via del cambiamento, che richiede fiducia, amore e soprattutto volontà, sarete ripagati con la più alta realizzazione. Vi invitiamo ad unirvi a noi, adesso.

Siate pienamente ciò che siete nati per essere: perfette emanazioni della grazia divina”

Un messaggio degli Arturiani

Le guide – Interrogate la saggezza interiore

“Interrogate la sorgente di saggezza all’interno di ciascuno di voi, e lasciate che essa ispiri le vostre azioni nell’adesso. Ciò che conta non è tanto quello che accade a livello planetario o cosmico, ma quello che potete e dovete fare in allineamento alla vostra personale missione. Ciò che conta è l’ascolto dell’anima, seguirne i consigli per impostarvi in modo saldo sul vostro individuale sentiero all’interno dell’enorme mosaico universale. Ogni giorno imparate ad azzerare il rumore e a sentire, con sempre maggior costanza, il messaggio profondo in arrivo dalla vostra anima e saprete con certezza cosa fare proprio OGGI nella vostra vita per trasformarvi in preziosi strumenti e canali per l’evoluzione.

Ognuno di voi ha molti compiti all’interno di una singola incarnazione, siete sulla Terra per fare molto. Ma c’è una missione di base che ognuno di voi è venuto a compiere. Ascoltate le profondità del vostro essere e allineatevi sempre di più con l’essenza e lo scopo della vostra presenza. Siate certi ogni giorno d’essere allineati ed ispirati dalla vostra essenza spirituale, e non esitate a invocare il soccorso divino durante i momenti di smarrimento, che sono normali e frequenti in qualunque sentiero spirituale. Sappiate che non state lottando né contro il tempo, né tanto meno contro un destino avverso e irreversibile. Siete artefici in ogni momento del vostro presente e di ciò che verrà in conseguenza alle vostre scelte ed azioni.

Più vi allineate con il vostro scopo, più la vostra esistenza si orienta naturalmente verso il suo corso giusto e naturale. Più vi allineate con voi stessi e con lo scopo per cui siete incarnati, più ogni vostra azione sarà carica di significato e preziosa, per voi stessi e per tutti gli altri”

Un messaggio dalle guide – chi siamo e perché siamo con voi

“Siamo coloro che chiamate guide. Abbiamo molti nomi e molte forme. Apparteniamo ad infinite varietà di famiglie d’anima. Siamo semplicemente altri, come voi, che hanno superato le sfide che ora affrontate nel vostro tempo. Il nostro compito è quello di assistere coloro che aprono il loro cuore alle dimensioni dell’anima, nell’intento puro di conseguire la consapevolezza di Sé.

Ci chiamate con molti nomi, alcuni di noi vengono dai reami fatati, altri provengono dai mondi sottili delle dimensioni angeliche, altri ancora abitano mondi e pianeti diversi in dimensioni più consapevoli dell’essere . Potete chiamarci Guide, Angeli, Arturiani, Pleiadiani, esseri di luce o in infiniti altri modi, sappiate che non esiste separazione. Ogni famiglia è un raggio della sorgente che manifesta un preciso aspetto, ma veniamo tutti dalla stessa fonte e là faremo ritorno, come anche ognuno di voi.

Ciò che accomuna ognuno di noi è l’intento di servire l’evoluzione universale. Non ci consideriamo esseri superiori ma semplicemente vostri fratelli ed amici. Comprendiamo di essere tutti interconnessi nella grande famiglia cosmica di sempre. Siamo servitori del grande uno, ed è per questo che serviamo VOI con amore e dedizione. Siamo vostri fratelli, siamo voi, voi siete noi. Ogni cosa è uno e L’amore è la freccia che indica la nostra comune direzione verso il ritorno a casa.”

Le guide dei mondi di luce

Viaggio quantico nella Terra Blu di Erks – di Tullia Turazzi

tulliaEra un tardo pomeriggio assolato e caldo, come molti pomeriggi simili nella terra  sacra dell’ India, mi sedetti a meditare nel silenzio profondo della mia stanza. Iniziai a percepire un suono, come di arpe, ed entrai in uno stato di coscienza elevato e beato. Salivo e salivo verso l’ alto e  Improvvisamente come in un balzo soffice e sottile, quasi impercettibile mi ritrovai a volteggiare sopra uno strano luogo, non capivo dove fossi e perché, ma man mano che mettevo a fuoco vidi un luogo verdeggiante e delle colline basse. Fui presa da un vortice di luce che ben conoscevo, in altre esperienze passate e mi ritrovai  in un luogo sotterraneo. Inizialmente non capivo che luogo fosse anche se nel mio cuore lo sapevo, si lo sapevo.

Camminai per quei cunicoli strani e in penombra fino a che mi ritrovai in una grande e altissima sala sotterranea, tutto era fatto di lapislazzulo blu con intarsi dorati  o cosi mi sembro’, alte colonne intarsiate da strani simboli e una luce autoemanava dalle pareti, sempre la stessa tonalita’ blu brillante. Mi trovai all’ improvviso di fronte ad una Signora, vestita in modo stranissimo, un abito dalla foggia simile alla moda medioevale  dai colori oro scuro e marrone dorato, lungo fino alle caviglie, Ella mi fissava e si presento’ come la Madre di Erks, una antica Dea pensai, lei era ora di fronte ai miei occhi stupiti, La sua voce era melodiosa e calda mi accolse chiamandomi cara figlia e sorella. Inizio’ a parlarmi di quella terra divina patria energetica della Madre del Mondo, spiegandomi che ora Shamballah aveva dovuto spostare una sede importante in Argentina e nel sud america, per via del cambio energetico, da energia maschile a quella femminile.

Disse che l’ Era della Dea Madre aveva richiesto uno spostamento dell ‘ ENERGIA KUNDALINI terrestre e non solo, che la fratellanza galattica e gli esseri della Terra Cava ora risidevano anche li in questa terra incantata. Non dissi una parola, perche’ ero stupita di tutto cio’, delle sue parole che percepivo vere, dei suoi abiti e modi e di tutto quel blu meraviglioso che irraggiava dalle pareti, dai pavimenti e dalle possenti colonne di quel Tempio interno. La Signora sorrise e mi condusse in un’ altra parte della sala e si sedette su una specie di trono o cosi mi parve, mi parlo’ allora del karma, me lo volle spiegare in un modo molto insolito, prese due specchi dal nulla  erano tondi con i manici dorati e lavorati in una foggia che mai avevo visto sulla terra. Tenendo in mano i due specchi me li porse e mi spiego’ che il karma delle vite passate era racchiuso nel primo specchio, mentre il karma attuale nel qui e ora era fissato nel secondo specchio, riuni’ quindi  due specchi che si fusero in uno soltanto e disse, che la fusione dei due avrebbe mostrato il karma futuro della Terra e di ogni anima che si fosse specchiata in esso.

Sempre piu’ meravigliata da questa semplice ma efficace spiegazione mi chiesi come sarebbe stato vedere il mio karma nello specchio, ma alla fine desistetti, meglio di no pensai,  lei sorrise e con garbo e gentilezza mi congedo’ benedicendomi con la mano destra, che divenne luminosa e emano’ un raggio di luce che mi colpi’ direttamente nel terzo occhio, proprio sopra le sopraciglia, Un esposione di luce e beatitudine mi invase, divenni uno con quella luce sfolgorante e mi ritrovai all’ istante nel mio luogo di meditazione, seduta nella posizione del loto, ripresi a respirare lentamente e aprii gli occhi adagio, ero come stordita ma molto felice, sapevo che era stata una vera esperienza quantica, ormai le conoscevo bene. Imiei occhi erano ancora pieni di quel blu meraviglioso e delle parole della dolce Signora di Erks, cosi lei chiamo’ quella terra interiore, sede della Dea, di altri dei e di fratelli extradimensionali. Quando mi ripresi del tutto, uscii per le vie del villaggio indiano e mi diressi verso una bancarella, perche’ in un bagliore improvviso di  colore blu aveva colpito i miei occhi, era una statuetta in lapislazzulo di una divinita’ indiana, una piccola icona finemente intagliata, sorrisi tra me e me e pensai. un caso? no..pensai fosse un segno. .

Comprai quindi quel piccolo idolo blu dai riflessi dorati e mi piace pensare ancora oggi che fu  un dono della Signora Celeste e dalla Terra di Erks. in ricordo del mio viaggio in quella base  segreta dalla calda e sfavillante luce blu dorata, la stessa che vedo ora i meditazione nel mio terzo occhio, la perla blu degli yogi….  shanti om

Cerchio sciamanico e Ho’oponopono condotto da Stefania Montagna e Sennar Karu a Valeggio sul Mincio


4MAGGIOSIGURTAprogrammaNel verde smeraldo dei prati e tra le molte varietà di fiori dei suoi preziosi giardini, giornata di ricerca interiore e guarigione nel parco giardino sigurtà a Valeggio sul Mincio (VR).

Il cerchio dura tutta la giornata. Introduzione allo sciamanesimo, al viaggio per incontrare l’animale di potere, introduzione all’ho’oponopono. Parleremo anche di contatti con altri mondi e faremo diversi esercizi.

Ore 10,30 – Incontro presso il parcheggio del parco, presentazione, registrazione e imbarco sul bus navetta.
Ore 11,00 – Ingresso nel parco, visita al parco, ricerca del luogo di potere, apertura del cerchio, introduzione allo sciamanesimo e alla ricerca dell’animale guida, canti sciamanici.
Ore 13,45 – Pranzo al sacco
Ore 15,00 – Esperienze di contatto con altri mondi e meditazione per la connessione con i maestri cosmici
Ore 15,45 – Ho’oponopono
Ore 17,45 – Chiusura del cerchio e ritorno al parcheggio

Cosa portare: una coperta o un tappetino, se si possiedono tamburi o sonagli portarli con sé. Occorrente per il pranzo al sacco.

QUOTE A PERSONA: Ingresso nel parco 10€ adulti – 6,5€ ragazzi fino ai 14 anni, gratuito bambini fino a 4 anni

+ CONTRIBUTO CERCHIO 20€

RITROVO ALLE ORE 10:30 PRESSO IL PARCHEGGIO DEL PARCO CON BUS NAVETTA GRATUITO.

INFO E PRENOTAZIONI: eventi@coscienzanuova.net

IL PARCO:
Il Parco Giardino Sigurtà ha una superficie di 600.000 metri quadrati e si estende ai margini delle colline moreniche, nelle vicinanze del Lago di Garda, a soli otto chilometri da Peschiera.
Trae la sua origine dal “brolo cinto de muro” (1617), giardino di Villa Maffei (opera di Pellesina, allievo del Palladio), dimora che nel 1859 fu quartiere generale di Napoleone III.
In quarant’anni di amorose cure, Carlo Sigurtà, avvalendosi di un secolare diritto di attingere acqua dal Mincio, ha ottenuto il “prodigio” di rendere lussureggiante l’arida vegetazione collinare. Successivamente, il nipote Enzo ha realizzato un prototipo di Parco-Giardino. Dopo l’apertura al pubblico (1978) la conservazione di questo complesso ecologico è stata affidata al rispetto dei visitatori, che lo hanno definito una meraviglia unica al mondo, tanto che il Parco-Giardino è considerato oggi fra i più straordinari al mondo.
A questi ignoti e preziosi collaboratori, desideriamo rivolgere il nostro più cordiale ringraziamento.

Come raggiungere il parco:

IN AUTO: Autostrada A4, uscita Peschiera del Garda, 8 km in direzione Valeggio sul Mincio.
Autostrada A22, uscita Nogarole Rocca, direzione Valeggio sul Mincio all’uscita Affi Lago di Garda Sud, direzione Parchi del Garda

IN TRENO:Stazione di Verona Porta Nuova: proseguire con autobus ATV, linea Verona-Valeggio sul Mincio. Stazione di Peschiera del Garda: proseguire con autobus APAM, linea Peschiera-Mantova. Visita il sito http://www.trenitalia.com/ per conoscere gli orari dei treni.

IN AUTOBUS:Da Verona: visita il sito http://tech.atv.verona.it/atv_www/orari_extraurb/orari/atv_localita_V.html per conoscere gli orari degli autobus provenienti da Verona (linea Verona-Valeggio sul Mincio)
Da Mantova e Peschiera del Garda: visita il sito http://www.apam.it/linee per conoscere gli orari degli autobus provenienti da Mantova e da Peschiera del Garda (linea Mantova-Peschiera, n.46).

 

 

 

 

Il cammino dal nord al sud – Matias De Stefano in Italia

Matias di StefanoNei prossimi giorni sarà in Italia Matias de Stefano, ragazzo indaco, il quale terrà una serie di conferenze sul risveglio che inizieranno da Milano ( 26 aprile ) poi Roma ( 27 aprile ) ed altre date a seguire.

Il movimento Harwitum da lui fondato ha lo scopo di sensibilizzare le persone relativamente a questo momento di grande cambiamento planetario. Siamo tutti impegnati in questo grande intento comune di servire il risveglio, al di là delle tante strade e delle tante voci, i fiumi portano tutti al mare.

Harwitum e Matias de Stefano, intendono promuovere anche in Italia una serie di eventi e meditazioni con lo scopo di innalzare la coscienza nelle varie città.

Ed’ così che anche noi di coscienza nuova vogliamo dare un aiutino e far conoscere questo progetto. Nei giorni a venire questo articolo sarà ampliato con ulteriori dettagli e le date delle sue iniziative, così da raggiungere coloro che desiderano parteciparvi.

Per ora segnaliamo le due date Italiane finora programmate:

MILANO SABATO 26/04/2014  ore 14.00
TEATRO S. GIUSEPPE
Piazza San Giuseppe N°2.
INFO 339 7309812 Anna
339 5066105 Alba.

ROMA DOMENICA 27/04/2014 dalle 15.00 alle 19.00
Hotel Pineta Palace via San Lino Papa N°35.

Per informazioni per la data di Roma contattare il numero 3312385837 Alessia. Vi preghiamo e suggeriamo la prenotazione telefonica per ricevere informazioni più precise e dettagliate, riguardanti l’evento fino al raggiungimento del numero posti a disposizione.

Gli Arturiani – un esempio per capire la quinta dimensione

Benvenuti amici, siamo gli Arturiani. Cos’è la quinta dimensione? Come si giunge in questo stato di coscienza basato su amore ed unità, dove le anime condividono in pace tutta la ricchezza e la bellezza del divino?

Alla prima domanda, cos’è la quinta dimensione, vi rispondiamo con una semplice analogia. Immaginate la densità dei vostri mondi sotto gli specchi d’acqua: i fiumi, i mari, gli oceani e i laghi. I vostri movimenti all’interno del fluido Acqua si fanno più lenti perché la sua densità è circa 800 volte maggiore di quella dell’aria. Quando siete fuori dall’acqua vi rendete subito conto che i vostri movimenti sono più facili, fluidi e meno faticosi.

Potete immaginare la vostra terza dimensione come l’acqua che limita i vostri movimenti. Abbiamo scelto l’esempio dell’acqua non a caso poiché l’elemento acqua è legato alle emozioni, e sono proprio queste ad essere il maggior deterrente nella densità della terza dimensione.

Analogamente, quando uscite dall’acqua e tornate sulla Terra ferma, non siete più soggetti alla sua densità specifica e potete godere della maggior libertà offerta dall’elemento Aria. L’elemento aria è connesso alla libertà, alla creatività, all’elevazione verso l’alto e ai nobili intenti. Così come l’elemento acqua è connesso al secondo chakra, così l’elemento Aria, più sottile, è connesso al vostro quarto chakra, che è la prima porta verso la supercoscienza.

Seguendo questa analogia, immaginatevi immersi nell’acqua ( la terza dimensione ) ed immaginate che il vostro essere sia limitato dalle dense emozioni tipiche di questo elemento. Quando portate equilibrio all’interno di voi stessi, armonizzando corpo eterico ed emozionale, vi aprite alla consapevolezza del quarto corpo e del quarto chakra, molto più sottili e connessi ai sentimenti superiori del cuore.

Così, Il vostro essere si risveglia alla consapevolezza del movimento libero all’interno dell’elemento aria e ricorda che esso non è mai stato realmente limitato dall’acqua, ma ha semplicemente creduto di esserlo, creando le condizioni necessarie per immergersi volontariamente nella sua densità.

La quinta dimensione è lo stato di coscienza dove sganciate da voi il sacco dei pesanti fardelli emotivi, dove lasciate andare tutto ciò che limita la vostra espressione divina. La quinta dimensione è lo stato della piena coscienza del divino interiore. Passando attraverso la coscienza del quarto chakra ( la quarta dimensione ) i vostri residui vengono illuminati per poter vibrare successivamente alla frequenza supercosciente del vostro vero Sé.

La risposta alla seconda domanda, come vi si giunge, è semplice da intuire. Tanto più lasciate andare ciò che non vi appartiene, ossia le false immagini, i fardelli, i carichi emotivi dei drammi di questa vita e delle altre, tanto più divenite leggeri e vi ricongiungete a quegli aspetti di voi già esistenti oltre il velo. Il processo dell’ascensione è un processo di alleggerimento. Più vi innalzate verso la vostra vera natura più la vostra vibrazione diviene sottile. Come un palloncino ( la coscienza ) trattenuto sul fondo di uno stagno da un peso. Quando il peso ( le emozioni, i fardelli e così via ) viene sganciato, il palloncino risale lentamente fino a raggiungere la superficie ( il sé ).

Questo processo richiede semplicemente che siate voi stessi a imprimere l’intento di rilasciare tutto ciò che vi appesantisce, poiché nessuno potrà farlo al vostro posto. L’intera evoluzione universale è un processo consapevole, nulla è a caso ed il caos nell’universo non esiste, se non apparentemente.

Così ognuno di voi è responsabile del suo stesso processo evolutivo. Quando portate l’attenzione agli accadimenti della vostra vita e portate la vostra coscienza laddove è necessario, il processo di pulizia si innesca in automatico. E’ la volontà il motore della risoluzione.

Ancora una volta vogliamo dirvi che il salto dimensionale verso la coscienza della quinta dimensione non sarà ottenuto mediante l’intercessione di altri, siano essi extraterrestri, angeli o divinità. Il salto dimensionale di ognuno di voi quale individuo e di collettività come razza dipende in modo esclusivo dalla vostra volontà, dall’intento di fondervi con il divino.

Prendetevi il tempo che vi occorre per guarire ed illuminare voi stessi. La fretta è da sempre cattiva consigliera. Il processo ascensionale della Terra è in corso da molti anni e durerà diversi altri ancora. Ciò che è importante ora è focalizzare l’intento su voi stessi e su quanto potete fare adesso per innalzarvi verso quella parte divina di voi che già esiste oltre l’illusione.

Ricordate che soltanto nel momento presente, quando siete nel qui ed ora, potete esprimere l’intento di guarire ed ascendere. Ogni fardello emotivo, ogni situazione può essere illuminata soltanto nell’adesso.

Attraverso la coscienza dell’uno, con infinito amore, ogni benedizione giunga a voi

Gli Arturiani del settimo raggio

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.205 follower